Dormire bene, rende più belli

E' risaputo che quando dormiamo bene ci alziamo con una particolare sensazione di benessere.

Questo però, secondo degli studi svedesi, non si limita solo alla semplice sensazione personale, ma si estende anche agli occhi di chi ci guarda.

La curiosa ricerca è stata condotta a Stoccolma su un campione di volontari ai quali è stato chiesto di giudicare l'aspetto di 20 persone in due occasioni: dopo una notte in cui avevano dormito rilassati e dopo una nottata di pochissimo sonno.

I risultati, pubblicati sul British Medical Journal furono sbalorditivi.

Le 20 persone sono state fotografate rigorosamente senza trucco e capelli sciolti, senza aver bevuto alcol ne fumato nei giorni precedenti, quindi in una situazione assolutamente priva di agenti esterni.

I giurati dovevano osservare le immagini e decretare quali volti risultassero più salutari e attraenti e quali meno; ovvio che l'aspetto dei riposati era più bello degli stanchi !

 

Il sonno quindi si è rivelato ristoratore e una vera e propria terapia di bellezza oltre che essere un toccasana per diminuire ansia e affaticamento.

 

La domanda che viene spontanea è soprattutto una: cosa dobbiamo fare affinché il nostro riposo sia veramente sano e ristoratore?

Ecco un elenco di piccole 'regole' che non dovrebbero mai mancare:

  1. Prima di tutto bisogna avere una vita il più possibile regolare per quanto riguarda le ore di sonno prediligendo le ore notturne; infatti durante la notte la temperatura corporea si abbassa favorendo il sonno profondo.
  2. La camera da letto non deve essere vista come una stanza dove guardare la tv o un luogo dove consumare spuntini.
  3. Telefoni o dispositivi elettronici dovrebbero rimanere fuori dalla stanza; sia per le onde elettromagnetiche emesse, sia per evitare di disturbare il sonno e ridurre la capacità di apprendimento che ha la sua punta massima proprio quando dormiamo durante la fase di rielaborazione delle informazioni ricevute durante il giorno.
  4. Anche la temperatura ha un ruolo importante; l'ideale sarebbe intorno ai 21 gradi. Infatti una temperatura più bassa aumenta il tempo impiegato per addormentarsi e diminuisce il sonno rem durante il quale entra in funzione il sistema di termoregolazione dell'organismo; mentre un caldo eccessivo tende a diminuire le fasi di sonno lento e profondo, cioè quelle che garantiscono un maggior ristoro fisico.
  5. L'igiene del materasso e il materasso stesso non vanno trascurati. L'ottimale sarebbe un materasso la cui fodera possa essere lavata senza problemi, che si adatti alla forma del corpo e che sostenga nei punti più delicati.
  6. In fine il guanciale; non troppo alto né troppo basso ma che sostenga con delicatezza la testa mantenendola ben allineata con il resto del corpo.

Queste rimangono comunque semplici regole che se applicate, non solo ci possono offrire una panacea a livello fisico e psichico, ma anche un toccasana per una vita migliore. 

 

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0